Con demenza frontotemporale si vogliono indicare delle demenze neurodegenerative che si configurano come la prima causa di demenza pre-senile. Questa patologia insorge dopo i 52 anni ed è abbastanza rara, sebbene la famigliarità e taluni fattori genetici fanno aumentare la propensione del singolo.

Quali sono i sintomi? Questo tipo di demenza si può riconoscere perché il soggetto, in età pre-senile, perde la capacità di pianificare e di organizzare le proprie azioni per portare a termine un obiettivo.

Si perde, in parole povere, la capacità di pensare a fare qualcosa e la capacità di farlo. Da questo insorgono dei disturbi tanto del ragionamento quanto del linguaggio.

Un campanello d’allarme, quindi, potrebbe essere un comportamento strano da parte di un over 50. Il tutto, ovviamente, ha delle ripercussioni sia sulla condotta che nelle scelte personali e se non si è più in grado di intendere e di volere a pieno è pericoloso.

Un altro campanello d’allarme si deve ravvisare nel fatto che le persone affette da tal tipo di patologia divengono disinibite anche in situazioni in cui dovrebbero essere più contenute. Molto spesso queste persone parlano troppo, ma in maniera poco fluida. Infatti, uno dei sintomi di questa malattia è l’afasia progressiva non fluente che comporta il deterioramento della produzione verbale, man mano che si vanno a ledere le funzioni cognitive.

demenza frontotemporale

Demenza frontotemporale, cos’è? Quali sono i sintomi? Come si cura?

Ovviamente, si perde gradualmente la memoria e questa è una delle maggiori complicazioni della malattia. Ma si può curare? Trattandosi di una malattia degenerativa, non esistono terapie definitive che possano debellare il male, ma comunque si può intervenire con farmaci e simili per cercare di arginare i danni più gravi a carico del sistema.

Si possono cercare di correggere i disturbi del comportamento e quelli del linguaggio, ma guarire al momento non è possibile. Spesso, solo dopo la morte si può individuare precisamente cosa è accaduto al corpo del malato e studiare a fondo quali sono state le cause.